Brevi

Partecipa al #CamminaForeste Lombardia 2017

Camminaforeste

42 giornate di cammino, 48 tappe, per un totale di 700 km, dall’11 giugno al 22 luglio 2017, attraverso il territorio regionale. In questi dati si condensa CamminaForeste Lombardia 2017, l’evento che ERSAF (Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste) organizza nell’Anno internazionale del turismo sostenibile per lo sviluppo.
Con CamminaForeste Lombardia 2017 ERSAF intende far conoscere e promuovere le 20 Foreste inLOMBARDIA e il Parco dello Stelvio, la loro biodiversità, i valori che rappresentano e trasmettono attraverso l’incontro con le persone che vi abitano, il loro lavoro e i loro prodotti, le buone prassi di gestione e le potenzialità di crescita. Per favorire lo sviluppo di queste aree in direzione di un turismo ecosostenibile.
CamminaForeste Lombardia 2017 incontrerà le persone e il territorio in dieci incontri tematici, aperti al pubblico, per cercare e promuovere un confronto sui temi significativi che porteranno alla costruzione di un "Libro Verde delle Foreste Lombarde".

Dieci incontri tematici costituiscono la sede per il confronto su temi significativi. Ogni incontro discuterà lo stato dell’arte relativo al tema prescelto, gli aspetti critici e problematici, le buone pratiche esistenti e un quadro di azioni e proposte da attivare. L’elaborazione delle proposte emerse dai tavoli e dei questionari porterà alla stesura del ”Libro Verde delle Foreste Lombarde” che verrà presentato a Regione Lombardia e a tutti i soggetti del sistema in un incontro a fine.

Info
Parco Nazionale dello Stelvio
Via De Simoni, 42 - 23032 BORMIO SO
Tel. 0342 900845

ERSAF Lombardia
Via Pola, 12 – 20124 Milano
02.67404.1 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Montagna ieri, oggi, domani

Chamois, Sabato 28 gennaio, ore 21:00 - Sala Polivalente Comunale
Convegno: Turismo nelle terre alte. Quando clima, moda e spopolamento influenzano il modo di vivere l’ambiente montano

Finita la spinta turistica che ha contraddistinto la montagna nel periodo a cavallo tra gli anni cinquanta e ottanta del novecento ci troviamo oggi in una fase di cambio. Oggigiorno, complici le spesso anomali condizioni climatiche, è difficile pensare alla montagna unicamente come una gigantesca industria per lo sci e già molti imprenditori stanno puntando verso strade diverse con un particolare riferimento alla montagna sostenibile e alla mobilità lenta. Un cambio di mentalità particolare che riguarda non solo il lato economico e commerciale ma anche l’ottica dei montanari, modernizzati da una maggiore e migliore comunicazione con il mondo della pianura. Una modificazione che sta segnando in modo marcato il tessuto sociale che caratterizza i borghi montani alpini. Cosa sta succedendo alle terre alte e quali saranno i risvolti futuri di queste modificazioni? Ne parliamo con i nostri ospiti.
Intervengono: Daniele Piellier, gestore Rifugio Crete Seche, Gian Luca Gasca, viaggiatore e giornalista di montagna, Roberto Mantovani, giornalista e storico dell'alpinismo, Alessandro Cavalli, Sociologo esperto di culture alpine.

Chamois, Domenica 29 gennaio
Ciaspolando nella storia con Roberto Mantovani e Gian Luca Gasca
Ciaspolata narrata lungo un facile percorso panoramico adatto a tutti che permetterà di addentrarsi nel cuore della storia all’ombra della Gran Becca. Un percorso di quattro ore all’insegna del passato, presente e futuro della montagna. Si percorrerà il tracciato che unisce l’abitato di Chamois a quello di La Magdeleine per poi rientrare verso il comune attraversando i suoi borghi. Luoghi dal fascino di un tempo, attraversati in un periodo che dona a queste terre dure l’armonia della poesia.
Partenza: Comune di Chamois – Ore 10.00. Arrivo: Rifugio L’Ermitage (5 minuti dal centro paese) – Ore 14.00
A seguire merenda libera presso il rifugio L’Ermitage con piccolo momento in ricordo di Gerard Ottavio a cui parteciperanno le Guide del Cervino. Durante l’escursione si parlerà di turismo responsabile; di Cervino, l’icona delle Alpi; dello spopolamento e della vita in montagna che poco ha a che vedere con la poesia; del rifugio, ultimo centro di accoglienza per viandanti e alpinisti e delle sue modificazioni per andare incontro alle richieste di un pubblico sempre più esigente.

Info e prenotazioni: 0166 47134 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cogne Ice Opening

Cogne Ice Opening 2016

Ice Climbing Opening a Lillaz, nella Perla Alpine di Cogne: un appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati di arrampicata su ghiaccio. Dal 16 al 18 dicembre, numerosi interpreti dell'arrampicata su ghiaccio si ritroveranno a Cogne a caccia di nuove "colate", in uno tra i più apprezzati panorami dell'intero mondo del ghiaccio.
Gli appassionati della disciplina hanno già sincronizzato l'orologio ed un attivo team sta lavorando al "Cogne Ice Opening" che, durante l'intero fine settimana, vedrà i migliori "acrobati" del ghiaccio a livello internazionale confrontarsi su questa affascinante disciplina sportiva. Sono previsti workshop per cascatisti principianti e avanzati e uno speciale workshop solo per donne.

(Ufficio Stampa Alpine Pearls Italia: OfficineKairos.it)

Consorzio operatori turistici Valle di Cogne
Via Bourgeois, 33 - 11012 Cogne (AO)
Tel.: 0165 74835 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.cogneturismo.it
http://cogneiceopening.com/

Open Up Routes: un progetto europeo per l'accessibilità sui Cammini Europei

La tavola rotonda "Un progetto europeo per l'accessibilità sui Cammini Europei”, svoltasi il 24 novembre 2016 a Subiaco è stato un momento di condivisione degli obiettivi principali del progetto e di confronto sui criteri da utilizzare per creare un’offerta turistica accessibile lungo i Cammini Europei, in particolare il Cammino di Santiago in Spagna, la più popolare via di pellegrinaggio verso Santiago di Compostela e il Cammino di San Benedetto, in Italia, un percorso che collega i luoghi più importanti legati alla vita di San Benedetto da Norcia, il Santo patrono d'Europa.
Sono stati presentati i dati raccolti durante la prima fase della mappatura del Cammino di San Benedetto conclusa il 24 settembre 2016: “oltre 270 km mappati in 14 giorni, da Rieti a Cassino, quasi 2000 i punti d’interesse censiti in 40 comuni/frazioni attraversati. Ben 180 le strutture visitate, nelle quali è stata effettuata una prima valutazione sull'accessibilità e sui servizi offerti”.
Open Up Routes! mira a creare un'offerta turistica pensata per tutti i viaggiatori, anche per persone con disabilità permanenti o temporanee, secondo i principi del “Tourism for All”, migliorando le infrastrutture e i servizi lungo i due itinerari storici e di rilevanza europea con il fine ultimo di sottoscrivere una Carta del Turismo Accessibile per il territorio attraversato dal Cammino di San Benedetto che tenga conto delle diverse esigenze dei “camminatori”.

www.openuproutes.eu

Avviato il sistema nazionale di ciclovie turistiche, “dal basso” e “dall’alto”

Il sistema nazionale di ciclovie turistiche è stato inserito nella legge di Stabilità 2016, art 1, comma 640. Al settore sono stati assegnati per il triennio 91 milioni di euro: 17 milioni per il 2016, 37 milioni per il 2017 e 37 milioni per il 2018.
La Ciclovia “Ven-To” ciclovia di 680 chilometri che corre lungo il fiume Po e che collega Venezia a Torino. La più lunga infrastruttura per il cicloturismo in Italia e nel sud Europa, si inserisce nella direttrice Eurovelo 8 in connessione con Eurovelo 5 e Eurovelo 7. Attraversa 4 regioni (Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte), 12 province, oltre 120 comuni.
La Ciclovia “Del Sole”, della lunghezza di circa 300 chilometri da Verona (VR) a Firenze (FI). Fa parte del più ampio progetto della Ciclopista del Sole, parte integrante di Eurovelo 7. Percorre 4 regioni (Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Toscana) e si estende da Verona a Firenze, con l'obiettivo successivo di raggiungere la Capitale.
Il progetto di Ciclovia “Dell’Acqua”, da Caposele (AV) a Santa Maria di Leuca (LE). E’ lunga circa 500 chilometri e passa attraverso 3 regioni (Campania, Basilicata e Puglia), lungo il Canale Principale dell’Acquedotto pugliese.
Gli atti firmati rappresentano una “road map” in cui si descrivono le azioni in capo a ogni ente, Mit, Mibact e Enti locali, tra cui, in sintesi: nel 2016 la sottoscrizione dei protocolli e lo stanziamento dei fondi per la progettazione; nel 2017 la progettazione dei tracciati, gli accordi di programma con gli enti locali interessati dai percorsi, le prime gare per la realizzazione delle ciclovie e l’apertura dei primi cantieri; nel 2018 la chiusura dei primi cantieri e le altre gare per la realizzazione delle ciclovie con l’apertura e la chiusura degli ultimi cantieri.

#ottobrealmuseo: cerca l’arte nei musei e condividila nei social network

Da ottobre, il MIBACT aumenta la promozione dei Musei Italiani sui social, dedicando un tema sulla sulla base della stagione, dell'attualità, di eventi di risalto nazionale e internazionale o traendo ispirazione dai capolavori del nostro patrimonio. Il tema di ottobre è la vendemmia, l’uva e il vino. Per tutto il mese nei social del MIBACT e dei singoli Musei viene dato spazio ad alcune opere capofila con il claim “Cerca le opere nei musei e condividile”. I visitatori sono invitati fotografare uva e vino in dipinti, sculture, vasi figurati, arazzi e affreschi delle epoche più diverse. Le foto si condividono con l’hashtag #ottobrealmuseo seguendo un filo rosso che unisce, nella bellezza, le straordinarie collezioni dei Musei Italiani.
La campagna è su instagram con @museitaliani.

Stanziati i finanziamenti per la realizzazione di tre grandi ciclovie dal nord, al centro e al sud dell'Italia

Ciclovia Torino Venezia

Firmata l’intesa fra 8 Regioni, MIBACT e MIT su tre ciclovie turistiche nazionali: la VenTo‬ (Venezia-Torino), la ciclviadelsole (Verona-Firenze) e quella dell’‪Acquedotto‬pugliese (Caposele-Santa Maria di Leuca). Tutto questo anche in coordinamento con il testo di legge per la tutela e la valorizzazione delle linee ferroviarie dismesse e, la realizzazione di una rete di ‪mobilità dolce‬ presso l’VIII Commissione Ambiente della Camera.
Si intende dare impulso a un sistema di percorsi intermodali e sostenibili, sui quali pedalare e passeggiare, recuperando a tal fine anche tutto quel prezioso e immenso patrimonio delle ferrovie dimenticate’, in sintonia con quanto proposto dalla Confederazione della Mobilità Dolce. È stato un passo in avanti strategico per il lancio del cicloturismo in Italia, decisivo soprattutto per lo sviluppo della mobilità dolce in Italia. Creare una rete di percorsi ciclo-pedonali e integrarli con un sistema di mobilità dolce fatto di ex ferrovie, cammini e strade storiche, sarà occasione per valorizzare la bellezza dei paesaggi italiani e puntare su ciò che rende l’Italia unica nel mondo: qualità, cultura, territori presidiati e curati con conseguente coesione sociale.

A Bled un rally per auto elettriche

Il lago di BledFoto: www.bled.si

La cittadina slovena di Bled, con la sua pittoresca isoletta in mezzo al lago, la piccola chiesa e il castello medievale che domina dall'imponente sperone di roccia, offre uno dei paesaggi più belli e spettacolari delle Alpi. Gioiello turistico conosciuto in tutto il mondo, già meta di villeggiature liberty di aristocratici e sovrani, Bled aderisce dal 2008 al network Alpine Pearls, che riunisce 25 incantevoli località alpine dalla Francia alla Slovenia nell’impegno comune di promuovere un turismo ecosostenibile e rispettoso dei delicati equilibri alpini.
Dal 31 marzo al 2 aprile 2016 Bled ospiterà un evento speciale che celebra la mobilità sostenibile mettendo in competizione automobili elettriche e ibride in un E-Rally tra Austria e Slovenia. La manifestazione, organizzata nel rispetto dei requisiti FIA Alternative Energies Cup, ha il duplice scopo di sensibilizzare il pubblico all’utilizzo di motori alternativi e a bassa impronta ecologica e di far conoscere la bellezza dei territori attraversati dal tracciato di gara, a cavallo tra i due paesi. Sono previste diverse categorie di gara (dilettanti e professionisti) e percorsi differenziati in base al tipo di veicoli. L'iscrizione include la possibilità di pernottamento a Bled a prezzi vantaggiosi. L’evento si inserisce alla perfezione nella strategia di sviluppo turistico sostenibile della Perla slovena: sul lago non possono accedere barche a motore, ai turisti che arrivano in treno o non vogliono utilizzare la macchina durante il loro soggiorno viene garantita la possibilità di arrivare ovunque con mezzi pubblici o e-bike e presto (il progetto è già in stato avanzato) anche il romantico e pittoresco lungolago nel cuore di Bled sarà completamente pedonale.

Consorzio Alpine Pearls: www.alpine-pearls.com/it
EKOnova Rally Slovenia: www.econova.si/en.html

La passeggiata gastronomica di Les Diablerets

La località svizzera Les Diablerets, appartenente al circuito internazionale Alpine Pearls organizza il 12 marzo 2016 un'imperdibile "Passeggiata gastronomica" alla scoperta di prodotti locali, spostandosi con le ciaspole o con lo slittino.
Dopo un emozionante viaggio sul trenino che risale la valle Ormont, si comincia scaldandosi con una cioccolata fatta in casa, si continua con il salame contadino accompagnato dal Bitter Diablerets (il liquore locale alle erbe). Si sale poi con le ciaspole fino ad ammirare le rocce del ghiacciaio Diablerets, dove ci aspetta una zuppa locale, il tipico Rösti e altre specialità tutte da gustare. Durante la discesa ci aspetta un maso con the alle erbe e dolci fatti in casa. (Ufficio Stampa Alpine Pearls Italia: Officinekairos.it)

www.diablerets.ch/fr/agenda-bons-plans/top-event/vadrouillegourmande

Divertimento assicurato a Forni di Sopra con la Crazy Bob

Crazy Bob a Forni di Sopra

A Forni di Sopra, località friulana del network internazionale Alpine Pearls, torna Crazy Bob, una pazza sfida per bob e slitte auto-costruite che mette alla prova sulla neve ingegno, humour e divertimento. Attesi partecipanti provenienti da tutto il Nordest, dalla Slovenia e dalla Carinzia nonché decine di migliaia di spettatori per questo evento biennale che ottiene una grande rilievo mediatico a livello nazionale ed internazionale.
L'appuntamento è in programma per il weekend del 4-6 marzo 2016: massimo il coinvolgimento dell'intero paese di Forni, da subito ben disposto ad accogliere a braccia aperte la truppa della Crazy Bob, capace a ogni nuova edizione di sorprendere tutti con idee geniali e sbalorditive: dalla mietitrebbia all'arca, dalla BatMobile ai Puffi, e inoltre i Lego, la padella viaggiante, le Frecce Tricolori, la piramide egizia, senza dimenticare una norcineria ambulante, l'elicottero, la stalla dei cavalli e tante altre.

(Ufficio Stampa Alpine Pearls Italia: OfficineKairos.it)

www.crazybob.it

Viaggiatori su Instagram

Viaggiatori Journal

Viaggiatori Journal

Video: Hangar Bicocca

Cerca nel sito



Questo sito può avvalersi di cookie tecnici, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Viaggiatori.com non utilizza cookie di rilevamento.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.